Arrabbiato o conciliante?

 

Quanto sei disposto/a a perdonare a tuo figlio? Non si tratta di quante volte, ma quanto male sei pronto/a a perdonare a tuo figlio! Pur sapendo che merita una punizione, pur ammettendo che è giovane e ha sbagliato, non saresti capace di volergli ancora bene? Non cercheresti di aiutarlo a venirne fuori, anche se la situazione fosse talmente pesante da toglierti il sonno e la tranquillità?

E tu, figlio adolescente o giovane, quanto sei disposto a perdonare e quanto, invece, pronto ad accusare i tuoi genitori? Lo so e lo sai che non sono perfetti. Che non sempre la pensano allo stesso modo tra di loro (per fortuna!). Che hanno le loro manie e le loro convinzioni! Ma tu quanto sei capace di andare oltre e prendere il buono che ti mostrano e quanto, invece, giustifichi le tue debolezze e fragilità nascondendoti dietro i loro sbagli e le loro mancanze?

Credo che la sfida per tutti, genitori e figli, sia duplice. Da un lato mantenere fissi i valori, i punti fermi, quello che è bene irrinunciabile. Dall’altro non dimenticare che davanti hai una persona da aiutare (e non condannare), da salvare (e non da buttare ancora più a fondo)!

E Dio?

“Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito... Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”.

Dio che conosce bene il cuore e la mente dell'uomo. È disposto a tutto per salvare, per mostrare cammini di salvezza, cammini per venirne fuori e vivere una bella e fruttuosa amicizia con l’uomo.

Dio non nega il bene, quello che è giusto, la verità.

Dio non finge davanti alle mancanze, agli sbagli, alle falsità.

Dio, però, è maggiormente interessato a offrire una via di salvezza a quanti si avvicinano a Lui. Per questo nella Bibbia si parla di un Dio che riesce a coniugare la giustizia con la misericordia. In una parola, possiamo dire che Dio è interessato alla RICONCILIAZIONE!

...

Il contrario di vivere da riconciliati è un vivere da arrabbiati. Da persone con il cuore in ansia perché non riesci, perché tuo figlio non capisce niente, perché il papà o la mamma, l’amico o il collega o il vicino si comportano sempre in quel modo, non rispettano le regole, sbagliano continuamente.

La Quaresima è un tempo buono per recuperare, attraverso il sacramento della confessione (o riconciliazione), un modo nuovo di vedere e vivere la vita: non da arrabbiati, ma da riconciliati. Prima di tutto con noi stessi, poi con Dio e infine con chi ci sta attorno.

Giustizia o misericordia? Complicato metterle insieme. Solo Dio vi riesce pienamente! Ma vale la pena tentare: avremo meno facce tristi e arrabbiate, e più visi rilassati e (ri)concilianti! E credo dia pace sapere che questo è lo stile di Dio (e di ogni cristiano??) con ogni uomo, figlio o genitore che sia: non “per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”.

 

Marzo
2021

 

VITA DELLA COMUNITA’ PARROCCHIALE

 

Quaresima

Oltre agli impegni e ai propositi personali, invitiamo ad alcuni appuntamenti comunitari. Anzitutto ricordo che tutti i Venerdì di Quaresima alle 17.30 avremo la Via Crucis animata dai ragazzi del catechismo, ma aperta a tutti quanti vogliano e possano partecipare. Vi saranno alcune S. Messe animate dai bambini e ragazzi del catechismo. Inoltre come parrocchia andremo a sostenere uno dei progetti missionari diocesani. Quest’anno abbiamo scelto la missione della Thailandia. La popolazione locale, soprattutto le fasce più deboli, non è assistita da un piano assistenziale governativo sufficiente a garantire le necessità di base. Le strutture sanitarie non hanno una presenza capillare sul territorio. E non mancano i disagi dovuti alle distanze da affrontare. Diventa così difficile trovare chi li assista o anche solo chi li porti in ospedale o in clinica per una visita. C’è inoltre bisogno di introdurre all’educazione circa l’uso dei farmaci rispetto alla medicina “tradizionale”. La missione si impegna anche a dare l’ospitalità, quando fosse necessario, per poter accedere alle cure del vicino ospedale, oppure si organizza per il trasporto assieme a dei volontari della parrocchia. In concreto quel che verrà raccolto andrà per l’acquisto dei beni di prima necessità per anziani, malati e disabili, per spese di trasporto degli ammalati al più vicino centro di assistenza, per sostegno all’acquisto di medicine e per aiutare nelle riparazioni di abitazioni di anziani bisognosi o ammalati.

In fondo alla chiesa, per tutta la Quaresima, la cassettina sarà a favore di questo progetto.

 

Sinodo diocesano

«Oggi, comunico che la nostra Chiesa di Padova sceglie di celebrare il Sinodo diocesano.

Cos’è un Sinodo? La parola significa “cammino insieme”. È un processo di ascolto, coinvolgimento e partecipazione, dei presbiteri e di tutti i fedeli, per aiutare e consigliare il Vescovo nella guida della comunità cristiana – questo dice il Diritto canonico. È un cammino straordinario, che si inserisce nella vita parrocchiale ordinaria per raccogliere l’opinione di quante più persone possibili che, in ascolto del Vangelo, potranno elaborare indicazioni per un cambiamento della nostra Chiesa diocesana. Questa scelta è stata maturata con prudenza, ma anche con tanta voglia di capire insieme verso dove andare, verso dove lo Spirito Santo ci chiama. La prima tappa di questo cammino si chiama “Indizione del Sinodo” e si terrà Domenica 16 maggio pomeriggio. Il Signore Gesù guidi e accompagni la nostra Chiesa di Padova nel “santo viaggio” che andremo ad iniziare».

X Claudio Cipolla - Vescovo di Padova

 

Iniziazione cristiana

Abbiamo ripreso il cammino di iniziazione cristiana secondo gli orari già conosciuti e le modalità igienico-sanitarie arrivate dalla Diocesi e, quindi, dal governo. Quest’anno i sacramenti saranno posticipati. Eravamo soliti celebrare la 1a Confessione durante la Quaresima (tempo penitenziale) e la 1a Comunione con la Cresima durante la vigilia pasquale. Per i noti motivi, i tempi per la preparazione dei ragazzi si sono allungati. Così speriamo di celebrare questi sacramenti verso la fine dell’anno catechistico. E anche le varie tappe dei bambini di 2a e 3a elementare. So che c’è ancora tanta paura, a volte segnata anche dal dolore per la perdita di qualche persona cara. So anche, d’altra parte, tutto l’impegno da parte dei catechisti, in questo contesto, per aiutare i bambini e ragazzi a crescere in un cammino di fede e vita cristiana. Cercheremo perciò di aiutarci perché non manchi ai nostri figli questa esperienza di incontro con Dio assieme agli amici. Con i catechisti resto a disposizione per qualsiasi chiarimento o aiuto perché si possa continuare insieme il cammino.

 

Festa di S. Giuseppe

In quest’anno dedicato a san Giuseppe, vogliamo ricordare il papà di Gesù e tutti i nostri papà. Lo faremo il giorno 19 e la Domenica successiva, dove sono invitati tutti i papà per una preghiera speciale per loro.

 

Ammalati

Resta ancora sospesa la Comunione agli ammalati per la situazione sanitaria. Ma chi avesse piacere di riceverla, basta che ci avvisi. Nei limiti del possibile e con le attenzioni dovute al periodo, i ministri straordinari si rendono disponibili a portarla.

 

Pulizia chiesa

Ogni Venerdì, verso le 8.30, un gruppetto di signore si trovano per la pulizia della chiesa. Il lavoro, come si può immaginare, è tanto e, più si è, più si fa presto e meglio. Perciò se qualcuno ha un po’ di tempo da dedicare a questo servizio così importante per la nostra parrocchia, sarebbe davvero una cosa bella e gradita. Credo che siamo tutti convinti che aiuta molto la preghiera incontrare un luogo pulito e profumato! Grazie a quante già si danno da fare con generosità e puntualità e grazie a quante si sentano di dare una mano.

 

Raccolta buste

Sono arrivate altre 34 buste (oltre alle 229 del periodo natalizio) con le quali sono stati raccolti 843,00 €. Sapendo il periodo che stiamo vivendo, davvero un GRAZIE grande a tutti.

 

Progetto “Prima le mamme e i bambini”

Per il progetto “Prima le mamme e i bambini”, promosso dal CUAMM, Medici con l’Africa, nel mese di febbraio abbiamo raccolto 410,00 €. Grazie a tutti.

 

Movimento per la Vita

In occasione della Giornata della Vita, il 7 febbraio, abbiamo vissuto la proposta delle Primule e con essa sono stati raccolti 300 € (tolte le spese) a sostegno delle 24 mamme con i loro bambini che sono sostenute dal movimento stesso. La Presidente con i volontari ringraziano vivamente.

 

Corsi per fidanzati in preparazione al Matrimonio

A Villa Immacolata, Torreglia, vi sono varie proposte (www.villaimmacolata.net). Anche il nostro vicariato ha programmato corsi per fidanzati in varie parrocchie:

SS. Redentore: sono previsti 8 incontri a partire da Giovedì 18 marzo a Giovedì 13 maggio 2021 dalle h. 21.00 alle h. 23.00 presso il Centro parrocchiale. Iscrizioni: a partire da metà febbraio 2021. Seguire il sito della parrocchia: www.redentoremonselice.it

Invito, per quanto possibile, a partecipare a questi incontri di preparazione anche a molta distanza dal Matrimonio (anche un paio d’anni prima): l’esperienza diventa più efficace in un confronto dai tempi più lunghi e tranquilli, che non negli ultimi mesi prima del Matrimonio.

 

Foglietto Parrocchiale

Foglietto Vicariale

Clicca sui pulsanti sottostanti per scaricare nel tuo computer i PDF dei Foglietti

^ TOP

Parrocchia di Santa Giustina - Pernumia

Via Castello, 1 - 35020 Pernumia (PD)

Tel. e Fax Canonica: 0429 779048 - e-mail: santagiustinap@gmail.com

Credits: Paola Nardi

Privacy Policy