Miscredenti paurosi?
Dov’è la risurrezione?

 

In un libro che sto leggendo, mi sono bloccato quando ho incontrato questa frase: “I bambini nascono credenti perfetti e poi la vita pensa a trasformarli in altrettanto perfetti miscredenti”. Mi sono fermato e la mia mente ha cominciato a immaginare un bambino appena nato: quanto è vero che un bimbo nasce credente! Crede e si affida pienamente alle braccia di una donna che riconosce come colei che lo ha portato in grembo nove mesi. Piange se percepisce che non sono sue le braccia che lo cullano. Poi pian piano, comincia a riconoscere e ad affidarsi ad altre mani. Crede al sorriso che vede. Ha fiducia nella vita, per questo è fonte di speranza e serenità per tanti adulti. Purtroppo, crescendo, la vita, le persone, le esperienze lo trasformano. Perde quell’innocente stima verso tutti e tutto e comincia a “mis-credere”, a non fidarsi e a non affidarsi più totalmente. E così nascono le paure. Quelle paure che esplodono da adolescenti e, se non si è attenti, rischiano di trascinarsi fino all’età adulta: paura di non farcela, della solitudine, di non essere amato, di essere l’unico che sbaglia. Paura che tutto vada male. Paura per i tantissimi difetti, colpe, motivi per lamentarsi. Paura per l’assenza di amici. Perché ci sono più lacrime che sorrisi. Sconfitte che vittorie. Insicurezze che certezze.

Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui”.

Sono le prime parole che il vangelo di Marco riporta dopo la risurrezione di Gesù.

Sono le prime parole che cominciano a svelare il grande mistero della Pasqua e sono parole molto umane: “Non abbiate paura!”.

Sembra dire: so che avete paura. So che l’umanità ha paura. So che, non essendo più “credenti perfetti”, avete paura dell’oggi e del domani. Sappiate che aver paura è parte dell’uomo. Ma dipende anche da che cosa si cerca, perché, senza rendersene conto, si potrebbe alimentare questo sentimento. Attenti: che la paura non vi porti a rinunciare a vivere!

In questo periodo ascolto persone terrorizzate dalle notizie su virus, vaccini, lockdown, didattica a distanza, weekend rossi, mascherine, distanziamento da tutti, chiudersi in casa... Bombardati da informazioni che, continuamente, creano paura di vivere l’oggi, paura di non tornare alla normalità domani!

...

Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui”.

Forse qualcuno cerca ancora il crocifisso!

Forse qualcuno cerca ancora i buchi dei chiodi per dire che aveva ragione.

Forse qualcuno cerca la sofferenza in quel volto per giustificare la sua tristezza.

Sono convinto (ed è l’esperienza vissuta in questi mesi) che possono portarmi via tutte le libertà di questo mondo, ma, se lo desidero davvero, non possono portarmi via la fiducia nella Vita. Certo, devo cercare il risorto più che il crocifisso. Devo ricordarmi che sono nato credente. Che mi è stata regalata la possibilità della fede nel giorno del mio battesimo. Che devo, anzi voglio confermarla tutti i giorni.

Sicuramente se guardo a me, ho paura. Ne ho tutti i motivi. Ma mi sforzo di guardare a chi ha saputo e sa vincere la morte che è la paura più grande.

La fede, allora, è un regalo e una scelta. È un regalo che ho ricevuto. È una scelta che tutti i giorni voglio rinnovare.

Paura sì... ma nel crocifisso cerco il volto glorioso del risorto. E con Lui ogni paura se ne va! E con Lui ritorno a credere nella Vita.

 

Buona PASQUA di cuore a tutti e a ciascuno, a tutte le famiglie e a tutti gli ammalati, agli anziani e ai giovani, ai bambini e agli adulti: che la Pasqua porti la voglia di CERCARE il Risorto, di non lasciarci togliere la fiducia nella Vita con la quale siamo nati e di non aver paura di credere e rinnovare la nostra fede ogni giorno.

Buona Pasqua ...anche da parte di don Mario e don Roberto!

 

Aprile
2021

 

VITA DELLA COMUNITA’ PARROCCHIALE

 

SETTIMANA SANTA

- Domenica delle Palme, 28 marzo: Messe secondo il solito orario. Alle 16 apertura delle “Quarantore di adorazione eucaristica”.

- Lunedì santo 29 aprile: ore 8.00 preghiera delle Lodi e apertura dell’adorazione; 8.30 - 9.30: via Cornoledo, Vallerea, Paltana, Tre brigate e Bonazza; 9.30 - 10.30: via Rivella, Verdi, Granze, Canaletta, Canareggio; 10.30 - 11.30: Maggiore, Maseralino, Meucci.

Alle 15.30 apertura dell’adorazione; 16.00 - 17.00: Rimembranza, Petrarca, Cav. di Vittorio Veneto, Pasubio; 17.00 - 18.00 Unità d’Italia, IV Novembre, Monselice, Piave, Arzerdimezzo, Monastero, Trinità, Dante, Manzoni. Ore 18.30: S. Messa.

Ore 19.15: Celebrazione penitenziale con assoluzione generale e comunitaria.

- Martedì santo 30 marzo: ore 8.00 preghiera delle Lodi e apertura dell’adorazione; 8.30 - 9.30: via Raffaello, Mantegna, Giotto, Tintoretto, Savellon; 9.30 - 10.30: via Fiumicello, Rovina, Della Pria; 10.30 - 11.30: Castello, Beolco, Del Santo.

Alle 15.30 apertura dell’adorazione; 16.00 - 17.00: Montisei, Valdolmo, Palù superiore, Acquanera, Beverara, Palù inferiore; 17.00 - 18.00 S. Pio X, Paolo VI, Pietro Pernumia, S. Pietro Viminario, Cipriani. Ore 18.30 S. Messa.

Se qualche via mancasse dal programma scritto, ci si può liberamente inserire nell’orario che si preferisce.

- Mercoledì santo 31 marzo: ore 8.00 preghiera delle Lodi; Messa alle 20.30.

- Giovedì santo 01 aprile: ore 8.00 preghiera delle Lodi; al mattino S. Messa crismale, in Cattedrale, presieduta dal Vescovo con tutti i sacerdoti della Diocesi di Padova.

Ore 20.30 Celebrazione dell’istituzione dell’Eucaristia.

- Venerdì santo 02 aprile: ore 8.00 preghiera delle Lodi.

Ore 20.30 Celebrazione della Passione del Signore (non ci sarà la tradizionale processione per le vie del paese).

- Sabato santo 03 aprile: ore 8.00 preghiera delle Lodi.

Ore 20.15 VEGLIA PASQUALE: solo con i ragazzi che faranno la 1a Comunione e la Cresima quest’anno; ci ritroveremo all’esterno della chiesa e inizieremo con la benedizione del fuoco.

 

Confessioni pasquali

Durante i pomeriggi dell’adorazione delle Quarantore, i sacerdoti saranno a disposizione in chiesa per le confessioni (o, eventualmente, si può suonare in canonica). Saranno a disposizione anche il Sabato santo, tutto il giorno dalle 9.00 alle 11.30 e dalle 15.30 alle 18.30.

 

Iniziazione cristiana

Speriamo di riprendere quanto prima il nostro consueto appuntamento settimanale con i bambini e ragazzi del catechismo. Verrà comunque segnalato ai genitori attraverso un messaggio. Invito intanto ad approfittare, in questo periodo, dell’adorazione delle Quarantore (Lunedì e Martedì santo) e delle tante celebrazioni della settimana santa e del Triduo pasquale.

 

Speciale anno di S. Giuseppe

In quest’anno dedicato a san Giuseppe (fino all’8 dicembre 2021), Papa Francesco ha manifestato la sua devozione a questo santo, patrono della Chiesa Cattolica: “Io amo molto san Giuseppe, perché è un uomo forte e silenzioso. Sul mio tavolo ho un’immagine di san Giuseppe che dorme. E mentre dorme si prende cura della Chiesa! Sì! Può farlo, lo sappiamo. E quando ho un problema, una difficoltà, io scrivo un foglietto e lo metto sotto san Giuseppe, perché lo sogni! Questo gesto significa: prega per questo problema!”. Bella questa testimonianza del Papa. E lui stesso recita, ogni giorno, una preghiera dell’Ottocento che riporto e che possiamo usare nelle nostre invocazioni quotidiane:

Glorioso Patriarca san Giuseppe, il cui potere sa rendere possibili le cose impossibili, vieni in mio aiuto in questi momenti di angoscia e difficoltà. Prendi sotto la tua protezione le situazioni tanto gravi e difficili che ti affido, affinché abbiano una felice soluzione.

Mio amato Padre, tutta la mia fiducia è riposta in te. Che non si dica che ti abbia invocato invano, e poiché tu puoi tutto presso Gesù e Maria, mostrami che la tua bontà è grande quanto il tuo potere. Amen.

Magari, anzi sicuramente una preghiera in più, in questo periodo particolare che stiamo vivendo, non fa male!

 

Ammalati

Resta ancora sospesa la Comunione agli ammalati per la situazione sanitaria. Ma chi avesse piacere di riceverla, basta che ci avvisi. Nei limiti del possibile e con le attenzioni dovute al periodo, i sacerdoti e i ministri straordinari si rendono disponibili a portarla.

 

Grazie

- A chi ha donato le piccole croci che consegneremo Venerdì santo durante la celebrazione della sera, come segno e ricordo.

- A chi ha donato materiale e lavoro per rifoderare gli inginocchiatoi dei banchi che erano ormai consumati.

- A chi ci aiuta in questa settimana santa: i chierichetti, i cantori della Corale e del Coro Giovani, gli organisti, i sacrestani, il gruppo delle pulizie della chiesa, i lettori e tutti quelli che attraverso il loro servizio, più o meno visibile, rendono più belle e sentite le nostre celebrazioni.

 

Busta del periodo di Pasqua

Assieme al volantino, arriverà anche la busta di Pasqua. Il periodo complicato per tante famiglie continua. Molti sono in attesa di ricominciare con il lavoro, altri sono ancora nell’incertezza di quel che sarà. Quindi ciascuno dia quel che può molto liberamente.

 

Progetto “Prima le mamme e i bambini”

Per il progetto “Prima le mamme e i bambini”, promosso dal CUAMM, Medici con l’Africa, nel mese di marzo abbiamo raccolto 285,00 euro. Grazie a tutti.

 

Foglietto Parrocchiale

Foglietto Vicariale

Clicca sui pulsanti sottostanti per scaricare nel tuo computer i PDF dei Foglietti

^ TOP

Parrocchia di Santa Giustina - Pernumia

Via Castello, 1 - 35020 Pernumia (PD)

Tel. e Fax Canonica: 0429 779048 - e-mail: santagiustinap@gmail.com

Credits: Paola Nardi

Privacy Policy