E se manca il prete…??

 

Potrebbe essere il titolo di un libro. Potrebbe essere la realtà tra qualche anno (già vediamo parrocchie dove il parroco non è più residente o sono guidate da un diacono permanente…). Potrebbe però anche essere lo stimolo per misurare la nostra fede: quanto tengo alla mia comunità? Quanto mi interessa che la gente della mia parrocchia si ritrovi insieme per pregare, per condividere la fede e la settimana davanti a Lui, per stare insieme in un luogo dove tutti possano sentirsi a casa come una grande famiglia?

Non è il prete che fa la comunità. Certo aiuta avere un punto di riferimento. Qualcuno che favorisca l’aggregazione, la riflessione e la crescita di quella parte più profonda che è la spiritualità di ciascuno.

Da vari decenni, ormai, per la complessità delle situazioni si è percepito che non si può più lasciare tutto in mano ad una persona. Per questo vi sono il Consiglio Pastorale e il Consiglio per la Gestione Economica!

Aldilà di tutto credo siano due modi di servire la propria parrocchia, ma anche di crescere nella fede perché chiedono di conoscere e capire maggiormente le dinamiche che aiutano una comunità a camminare. E per far camminare qualcuno, si deve essere anzitutto disposti a mettersi in strada.

In questi mesi, a seguito della fine del Sinodo Diocesano, saremo invitati a rinnovare i due organismi, cioè il Consiglio Pastorale Parrocchiale (CPP) e il Consiglio Parrocchiale per la Gestione Economica (CPGE) che avranno, tra i vari compiti, quello di attuare le linee programmatiche che il Vescovo consegnerà a tutta la Diocesi nella prima settimana di marzo.

Alcune tappe:

Verifica del cammino percorso dai due consigli in questi anni (indicativamente febbraio)

Prima consultazione (marzo o aprile): tutti coloro che hanno compiuto i 16 anni potranno esprimere nomi di persone che ritengono idonee per il ruolo di membro del CPP

Votazione: quanti abbiano compiuto i 16 anni potranno segnare in una scheda apposita le loro preferenze (entro la metà di maggio).

Il nuovo Consiglio Pastorale andrà poi ad indicare persone che possano far parte del Consiglio per la Gestione economica.

 

Come si vede, i tempi sono un po’ ristretti. Ma, aldilà di tutto, credo che quel che conta è il sentire che tutto ciò è perché vogliamo bene alla nostra comunità parrocchiale e vogliamo che sia sempre attiva, propositiva e ricca di persone e iniziative per crescere nella fede e nell’amicizia.

Che il buon Dio ci accompagni in questo cammino che andrà a costruire la parrocchia e la Chiesa che vogliamo e desideriamo per i prossimi cinque anni… anche se il prete mancasse o fosse meno presente!

 

Febbraio
Marzo
2024

 

VITA DELLA COMUNITA’ PARROCCHIALE

 

Quaresima 2024: Dalla testa ai piedi

Il titolo di quest’anno ha preso spunto da un’omelia di Tonino Bello “Dalla testa ai piedi”: un richiamo al risveglio e rinnovamento della nostra identità, nel Signore Gesù, tramite un percorso che intende riattivare i nostri sensi, coinvolgendo la nostra corporeità e sensibilità. L’itinerario delle domeniche di Quaresima è quindi un invito per tutti, grandi e piccoli, a fare esperienza di Dio tramite l’umanità completa di ognuno e diventare gioiosi testimoni di tutte le cose da lui compiute. (AT 10,39).

Oltre agli impegni e ai propositi personali, ve ne sono alcuni comunitari a cui siamo tutti invitati.

1. Anzitutto ricordo che ogni Venerdì di Quaresima, alle 17.30, ci sarà la Via Crucis (se il tempo lo permetterà, ci troveremo all’esterno della Chiesa), animata dai ragazzi del catechismo, ma aperta a tutti quanti vogliano e possano partecipare. Credo sia un momento bello e semplice di meditazione e preghiera per prepararci al mistero che celebreremo a Pasqua.

2. Vi saranno inoltre alcune S. Messe animate dai bambini e ragazzi.

3. Siamo invitati, in questo periodo, ad un’attenzione maggiore al nostro modo di vivere: l’astinenza, il digiuno, qualche rinuncia sono tutti segni che desideriamo porre nella nostra vita per ricordare il cammino di purificazione e liberazione verso la Pasqua, ossia una vita piena già in questo mondo.

4. Potremmo trovare anche un libretto per i giovani, gli adulti e per le famiglie: propone un itinerario spirituale e di riflessione personale e comunitaria.

5. Inoltre come parrocchia andremo a sostenere uno dei progetti missionari diocesani. Quest’anno abbiamo scelto la missione in Venezuela. Il Venezuela è un paese che sta vivendo ormai da anni una crisi politica grave, pesante che tocca soprattutto le famiglie nei suoi bisogni primari: alimentazione e sanità. Per questo da 10 anni è iniziata una grande migrazione verso i paesi limitrofi, tra cui il Brasile. E, purtroppo, nello stato più povero del Brasile: Roraima. I nostri missionari, presenti in una parrocchia del sud di Roraima, hanno pian piano visto crescere questa emergenza e hanno cercato, attraverso la Diocesi di Padova, di dare una risposta. Anzitutto con una presenza. Oltre ad un sacerdote di Padova, si sono aggiunte altre presenze che hanno segnato l’inizio di una missione interdiocesana con Vicenza e Treviso. Vivono a Pacaraima, al confine con il Venezuela, ma in un continuo andirivieni tra un paese (Brasile) e l’altro (Venezuela). Nel sud del Venezuela, dove si sono stabilite varie comunità, per lo più indigene, manca l’energia elettrica e offerta di lavoro. Per questo molte famiglie non riescono a pagare l’iscrizione, il materiale didattico, l’uniforme e la merenda. Il progetto si propone di aiutare circa 150 studenti attraverso un kit didattico iniziale e un contributo per il trasporto.

In fondo alla Chiesa, per tutta la Quaresima, la cassettina sarà a favore di questo progetto.

6. “Porta e condividi”: è un’iniziativa, proposta dalla catechesi, semplice e bella per stare un po' insieme sia tra genitori che tra figli, in maniera molto semplice e spontanea. Prossimamente i catechisti comunicheranno le date per ogni gruppo di ragazzi delle elementari e gli animatori per i gruppi medie.

7. Domenica 18 febbraio, inizieremo il cammino di avvicinamento ai sacramenti per i ragazzi dell’ultimo anno di catechesi. Vi sarà, alle ore 10, la S. Messa di elezione e presentazione dei ragazzi che si stanno preparando per ricevere i sacramenti della Comunione e Cresima.

 

Campiscuola estivi

Abbiamo definito le date dei campiscuola estivi: da Domenica 14 luglio a Sabato 20 luglio camposcuola elementari e da Sabato 20 luglio a Sabato 27 luglio camposcuola medie. Ci stiamo muovendo anche per un camposcuola per i giovanissimi di 1a, 2a e 3a superiore. Nelle prossime settimane, gli animatori comunicheranno modalità e date di raccolta di una pre-iscrizione.

 

Raccolta buste

Con le buste ritornate in questo periodo, ossia 223, sono stati raccolti 4525,00 euro. Un GRAZIE grande a tutti, davvero. Credo sia sempre un bel segno di affetto verso la nostra parrocchia che ci aiuterà nell’affrontare le spese di manutenzione e la sistemazione della facciata che dovremmo affrontare in primavera. Nel frattempo abbiamo concluso la sistemazione delle mura di Villa Maldura, nella parte dietro le scuderie.

 

CUAMM, Medici con l’Africa

Per il progetto “Prima le mamme e i bambini”, promosso dai Medici con l’Africa, nel mese di febbraio, abbiamo raccolto 280,00 euro. Grazie mille!

 

Movimento per la VITA

Alle S. Messe del 3-4 febbraio sono state vendute delle piante a favore delle attività del Movimento per la Vita, che si occupa di sostenere le donne in difficoltà. Il Movimento ringrazia per il sostegno manifestato e comunica che sono stati raccolti 350,00 euro.

 

Foglietto Parrocchiale

Foglietto Vicariale

Clicca sui pulsanti sottostanti per scaricare nel tuo computer i PDF dei Foglietti

^ TOP

Parrocchia di Santa Giustina - Pernumia

Via Castello, 1 - 35020 Pernumia (PD)

Tel. e Fax Canonica: 0429 779048 - e-mail: santagiustinap@gmail.com

Credits: Paola Nardi

Privacy Policy